Kudi kudi viaggi vi consiglia in questa breve guida eventi e mostre temporanee di artisti famosi e meno noti, di nicchia o di grande richiamo, per un viaggio alla scdoperta dell’arte italiana e internazionale. Vi segnaliamo gli eventi artistici da non perdere assolutamente in questo 2017 sul nostro territorio, le mostre imperdibili del 2017 per Kudi Kudi viaggi sono 10.

  1. CARAVAGGIO A TORINO

Caravaggio Experience, che tanto aveva colpito i turisti romani e suscitato anche le polemiche dei puristi dell’arte, sbarca a Torino dal 25 marzo al 1 ottobre 2017. 57 capolavori di Caravaggio proiettati tra profumi e suoni su pareti di grandi dimensioni per immergersi completamente nell’universo caravaggesco. Presso la Venaria reale.

http://www.artribune.com/
  1. GUERCINO A PIACENZA

Dal 4 marzo al 4 giugno in mostra a Palazzo Farnese si celebra l’arte del Guercino abbinata alla visita al Duomo con la possibilità pressoché unica di salire all’interno della cupola per ammirarne gli affreschi della Cattedrale. Presso il palazzo saranno discussi i recenti studi sull’artista in una serie di convegni.

http://www.clponline.it/
  1. HARING A MILANO

Parlando di mostre imperdibili non possiamo non citare una delle mostre più attese del 2017, quella dell’artista della street art per eccellenza con i suoi “omini danzanti”: “Keith Haring. About Art”. Le sue opere resteranno in mostra fino al 18 Giugno presso il Palazzo Reale di Milano.

  1. KANDINSKIJ AL MUDEC (MI)

Al Museo delle Culture dal 15 marzo arriva in mostra “Kandinskij, il cavaliere errante”. L’esposizione accosterà opere provenienti dai più importanti musei russi a esempi della cultura popolare alla quale si ispirò Kandinskij per creare il suo codice simbolico. Avete tempo fino al 2 Luglio.

  1. ARTEMISIA GENTILESCHI A ROMA

A Palazzo Braschi continua fino al 7 maggio la mostra “Artemisia Gentileschi e il suo tempo” iniziata a Novembre. Circa 100 in totale le opere, con capolavori di Artemisia come la Giuditta che taglia la testa a Oloferne, Ester e Assuero del Metropolitan Museum di New York, l’Autoritratto come suonatrice di liuto del Wadsworth Atheneum di Hartford Connecticut; affiancati da opere che ne contestualizzano il percorso artistico.

  1. MODIGLIANI A GENOVA

Al Palazzo Ducale di Genova “Andy Warhol. Pop Society” rimarrà in mostra fino al 26 febbraio ma dal 15 marzo arriva Modigliani, l’artista italiano dai lunghi colli resterà esposto fino al 16 luglio in un percorso espositivo che ne analizza le influenze pittoriche e l’evoluzione artistica.

  1. FRIDA KAHLO A BOLOGNA

In mostra insieme ai maggiori artisti messicani del XX secolo Frida Kahlo e le sue opere sanno esposte nell’ambito della mostra “La collezione Gelman: arte messicana del XX secolo” insieme a quelle di suo marito Diego Rivera. Saranno esposte le opere dei coniugi collezionisti Gelman, ispirati alla rinascita messicana.

http://hiro.pl/
  1. LA VIDEOARTE DI VIOLA A FIRENZE

Tra le mostre imperdibili in Italia c’è certamente quella di Bill Viola e la sua videoarte ospitati nelle sale di Palazzo Strozzi, dal 10 marzo al 23 luglio.  L’artista statunitense è tra i più apprezzati di questa arte, presso il Palazzo sarà possibile ammirare la sua produzione attraverso le sue opere dal 1973 a oggi, esposte in dialogo con l’architettura di Palazzo Strozzi e in un inedito confronto con i grandi capolavori del Rinascimento.

http://cacmalaga.eu/
  1. PICASSO A NAPOLI

“Picasso-Parade. Napoli 1917”, esposizione articolata dal 10 aprile al 10 luglio tra Capodimonte e l’Antiquarium di Pompei, che celebra i cento anni dal viaggio in Italia del maestro spagnolo. Verranno esposti, tra le altre cose, i costumi di scena realizzati dall’artista dopo il viaggio in Italia ed alcuni rarissimi bozzetti preparatori. Inoltre, nel Teatro Grande degli Scavi di Pompei verrà eretto il sipario della “Parade”, il suo balletto russo.

https://it.pinterest.com/francomolon/picasso-parade/
  1. ESHER A CATANIA

Dal 18 marzo al 17 settembre presso il Palazzo della Cultura è in mostra Maurits Escher. La sua arte riflette la sua visione del mondo che lo circonda e le elabora attraverso la fantasia, le realizza in architetture, prospettiva e spazi impossibili; le sue opere grafiche sono celebri per l’uso fantasmagorico degli effetti ottici. Da non perdere per chi già conosce la sua produzione ma anche per chi non ha mai sentito il suo nome.

Commenti

Lascia un commento