maxresdefault

Castello Fienga e il Battistero Paleocristiano a Nocera

Il Castello Fienga immerso nella natura florida dell’omonimo Parco appare oggi sotto forma di ruderi che si sviluppano intorno ad un ampio cortile, chiamato la sala della Cavallerizza. Molto suggestiva l’area detta voliera, ad ovest del castello, nella quale sono ancora visibili in buono stato tre archi gotici, le ampie cisterne e tratti di due delle tre cinte murarie originali.

E’ possibile ammirare, inoltre, la sala dei giganti, un enorme salone costruito con pietra calcarea che in origine doveva essere coperto da un tetto a doppio spiovente (come dimostrerebbero le paraste ancora conservate). Lungo la parete occidentale della sala sono ancora presenti una bifora  e tre grandi finestre lungo la parete orientale. Di altre due finestre resta solo la cornice esterna in tufo.

Sarà bellissimo salire sulla torre normanna ancora intatta ed ammirare la merlatura del Palazzo Fienga, di epoca ottocentesca, e tutto il territorio nocerino.

Bisogna spostarsi a Nocera Superiore per ammirare il Battistero Paleocristiano di Santa Maria Maggiore. Un eccezionale tesoro, assolutamente poco conosciuto e non battuto dagli itinerari turistici campani: un monumento risalente addirittura al VI secolo dopo Cristo, che può essere considerato uno dei capolavori dell’arte bizantina in Italia, accanto a strutture simili presenti a Roma o a Ravenna.

Fu costruito a pianta circolare e per questo motivo viene spesso denominato “La Rotonda”, all’interno ha quindici coppie di colonne “binate” che delimitano la bella e grande vasca del fonte battesimale (la seconda più grande d’Italia). Oggi il battistero è parzialmente interrato a causa delle alluvioni che ne causarono anche il progressivo abbandono. Pregevoli gli affreschi che ne decorano le mura.

 

Informazioni aggiuntive

Destinazioni

Around Salerno

Tipologia

Escursione

Durata

1 giorno

Recensioni Tour

Non ci sono ancora recensioni

Lascia una Recensione